per il ciclo alta tensione – analisi dei personaggi

stavo guardando uno di quei tipici filmetti americani.
una di quelle pellicole d’accatto che tutti conosciamo come "per il ciclo alta tensione".
che non sono passati al cinema perchè sono talmente tanti da riempire un multisala per trentasei mesi.
e sono tutti dannatamente uguali.
tutti dannatamente su canale 5.
tutti dannatamente campioni d’ascolti.

il cui elemento principale è uno ed uno solo.

la tragedia.

i personaggi sono sempre gli stessi, attori sconosciuto o arraffati sul ciglio di una strada mentre issavano il cartello "will dance for a movie".

nudi.

nell’ordine:

la tragedia, interpretata da un qualsiasi cataclisma naturale pescato a caso da un mazzo di carte.
in alternativa: bestiacce inferocite, gli alieni, progressi della scienza sfuggiti al controllo e incazzati neri, gli gnomi, pippi calzelunghe.

l’eroe, che è anche l’antagonista (della tragedia) e ha un nome americanissimo come mike, jake, dave.
prende in mano le redini del gruppo, ne è il leader indiscusso e tutti devono sacrificargli una vergine al giorno per ottenere la sua grazia.
ha il compito di salvare la sua donna e, in secondo luogo, il mondo.
o perlomeno la città. bastardo.

la gnocca dell’eroe, che manco a dirlo è una sventola da paura. sistematicamente si caccia nei casini, e l’eroe deve andare a salvarle il culo. che riutilizzerà più tardi per scopi migliori.
non di rado è l’ex moglie dell’eroe, e ha avuto un figlio da lui – come no pupa, speraci.

l’amico dell’eroe, spesso un coglione di prima categoria, ha un ruolo marginale limitato allo stripparsi e al dimostrare la sua fede al padrone – cioè l’eroe.
ovviamente, muore o viene dimenticato nel bordello generale.

il cattivo 1, anche chiamato "sono un mago brutto e pazzo, non conosco la bontà, la vergogna e l’onestà!". di solito è lui la causa di tutto, o il traditore che pensa solo a se stesso.
naturalmente muore per mano stessa della tragedia.

il cattivo 2, tirapiedi del primo che non sa che cazzo vuole dalla vita e a un certo punto si redime e si sacrifica – inutilmente – per gli altri.
insomma, muore pure lui.

la donna incinta, elemento chiave del film il cui compito è quello di generare tensione.
più è avanti con la gestanza più la pellicola avrà successo: non di rado il bambino è talmente stronzo da voler uscire il giorno stesso della tragedia.
mentre la donna è sepolta dalle macerie, o in culo al mondo con una sfigata rimbambita (v. dopo).

il fidanzato della donna incinta, padre del bambino (o almeno così lui crede) che sta sempre al di fuori dal disastro ed è giustamente incazzato come una bestia.
spesso cerca di salvarla, ma alla fine non fa un cazzo e lascia il lavoro pesante agli altri.
l’infido.

la sfigata rimbambita, che aiuta la donna incinta al punto da improvvisarsi ostetrica anche se non ha ancora chiesto alla mamma come nascono i bambini.
spesso la tragedia, impietosa, la uccide.

il vecchio saggio, che nonostante il nome è a volte interpretato da un ragazzone barbuto.
la sua figura è avvolta nel mistero, nessuno sa da dove venga e che cazzo ci fa lì, ma alla fine salva tutti con ingegno ed esperienza.
in realtà è un evaso dal cottolengo fatto come una pera che, inutile dirlo: molto spesso muore.

l’adolescente depresso, stereotipo di un giovinotto imberbe afflitto dalle peggio pare mentali, spesso interpretato da uno sfigato pippaiolo.
ricopre il ruolo di ribelle, indossa converse all stars e odia il mondo: è un depresso represso e si lamenta più del presidente della confederazione italiana emo-boys stitici.
gira voce abbia un blog dove sfoga le sue fregnacce.
importante: molto spesso è il figlio dell’eroe, con cui ha un pessimo rapporto.
segretamente
si droga, bestemmia e picchia i bambini
.

la scienziata, una gnocca cervellona che spesso ricopre il ruolo dell’eroe o della gnocca dell’eroe.
anche se dimostra non più di 22 anni, lavora alla nasa e potrebbe fermare la faglia di san andreas con uno schiocco di dita.

la telecronista, sempre la stessa, usualmente afroamericana, dal tono impostato e saccente.
durante le inquadrature finali, ossia il resoconto dei danni della tragedia, la sua voce grave e cataclismica rassicura il volgo rammentando gli ideali del nostro paese – che ovviamente sono gli stati uniti d’america – tra cui l’unione del popolo, la fratellanza, l’uguaglianza, il capitalismo e il petrolio.

eppure fanno sempre tanto audience.
forse per la ricchezza di colpi di scena.

e per il fatto che – in fondoprevederli tutti con precisione millimetrica
dà una certa soddisfazione.

Annunci

4 commenti to “per il ciclo alta tensione – analisi dei personaggi”

  1. Cosìdetti Film Catastrofici. xDDDD
    Io li guardo spesso, perchè li porto per culo con mia sorella AHAHHA XD
    ( L’Eroe di solito lo chiamo ‘Il Boss’ il figlio’ Il piccolo boss’ e ovviamente la moglie, ex-moglie ‘Piccola Boss’ ) AHAHAH

  2. hahaha..
    ti sei dimenticato solo una cosa: LEI.
    la bambina inutile con il pupazzo. o il cane/gatto/martin pescatore/orango tango scappato da un circo. quella che fa casino e per un millimetro non finisce mai nel bracio della morte. lei è immortale, non ce ne liberiamo mai. e soprattutto è un sacco intelligente, perchè LEI non è come tutte le altre bambine: LEI ha il pupazzo!
    cugino, canale 5 crea assuefazione.
    per quello io scelgo sempre italia 1, semplice rapida ed immediata.
    buona visione!

    glo

  3. Quoto. Ti sei scordato della bambina, come hai potuto?! Adesso chi porterà avanti la scena?! Per chi si sacrificherà l’eroe – oltre che per la gnocca da paura?! No no, Leo, così non si fa..

    Muahahahahah! Italia uno rulez. (H)
    Ps: Il video di youtube è inquietante.

    Sof

  4. BUAHAUAHUAHUAHUAHAUAH STO MORENDOO BASTA AIM CREPING.

    Viva il nostro paese, l’America. Yeah.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: