semplice storia di un personaggio qualunquista

lui si chiamava gerardo.
aveva una moglie, due figli e un nome fuori dal comune.
da piccolo voleva diventare scrittore: poi gli ragalarono una chitarra.
ma si ruppe un polso, e gettò via la chitarra.
divenne pianista.

lui si chiamava gerardo.
non è che non sapesse cosa voleva dalla vita,
è che ogni volta che pensava,
chessò,
di fare l’architetto,
si guardava nello specchio,
sistemava i capelli corvini,
e scoppiava a ridere.

forse aveva cinquant’anni,
ma forse ne aveva trenta.
a messa il sabato sera,
perchè la domenica è la giornata del riposo
e ad andare a messa ci si stanca.

lui si chiamava gerardo,
e gerardo era quello che non avrebbe mai fatto niente di speciale.
così lo conoscevano tutti:
un’entità immota, come il passare del tempo.
un qualcosa di stabile, su cui contare,
che non avrebbe mai tradito
la perfezione in cui era solito annegare.


finchè un giorno sparì
:
semplicemente, senza lasciar detto nulla.
abbandonando il pianoforte,
ma non gli spartiti.
perdendo i figli, ma non le loro foto.
lasciando la moglie, ma non i suoi soldi.

passarono due anni – nei quali
la moglie si era risposata:
un ricco dirigente amante del sadomaso.
passarono due anni – e gerardo
fece ritorno in patria.
così, come un generale vittorioso.
la gente gli chiedeva cos’avesse fatto,
e lui rispondeva semplicemente: niente.

e questo aveva fatto: niente.
ma era diventato
quello che aveva sempre voluto diventare.

uno di cui la gente
parlò molto, molto a lungo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: