tremate. tremate – le pacchianate son tornate!

oibò – voglio morire.

la situazione attuale delle cose è questa: 31 ottobre, festa di halloween.
il desiderio di una vita – tipo che con laura si dice dai! ci organizziamo noi! andiamo all’esselunga a prendere qualche decorazione!

illuminati progetti su atmosfere cupe, musica operistica d’apertura, tovaglia-tovaglioli-bicchieri sui toni del nero, drappi scuri alle pareti, abat-jour e luce soffusa – insomma, una festa come dico io.

e poi c’è mia mamma che mi chiama.
mi dice – ehi, vieni a vedere il catalogo dell’iper.
che ci sono i saldi.

ed è l’inizio della fine.

immaginate ciò che di più nefasto e meno sobrio può esserci, tipo – nell’ordine:
– piattini, bicchierini, tovaglia e festoni con zucca e castello presi direttamente dalla melevisione;
lampazucche di plasticozza – ma dai, prendiamone due!;
– stelle filanti che peraltro si usano a carnevale.

immaginate la mia faccia contrita.
immaginate che stiamo ancora organizzando tutto.

immaginate che non ho il tempo di dire cazzo che è troppo tardi per rimediare.

torno a casa da ripetizioni di matematica – sì, immaginate lo stato emotivo.
e la mia sedia.
è interamente occupata.
da un enorme sacchetto rigurgitante un’orgia di pacchianate inverosimili.

tanti bicchieri.
tanti tovaglioli.
cinque bombolette di stelle filanti.

e ciò che è peggio – ciò che una madre
non dovrebbe mai comprare a un figlio
delle trombette.
delle trombette, capite?
pe peee.
con disegnini che guarda – ma piuttosto me li facevo fare da dolce e gabbana.

e se credevate di aver sentito il peggio, bè, vi sbagliate di grossocicci.

il mio abbigliamento da perfetto mangiamorte alterative è in preparazione da tempo – mantello, guanti, trucco, tatuaggio disegnato.
e il particolare che lascia il segno – quello che tutti ti guardano e dicono minchia!, quello che non vedi l’ora, quello che cresta verde.

quello che nel sacchetto c’era anche la lacca colorata.

arancione.

ma ste, verde non c’era!

inutile dire che la cintura verde
me l’ero già procurata.

Annunci

3 commenti to “tremate. tremate – le pacchianate son tornate!”

  1. Premetto che la cresta verde mi sconvolgerebbe.

    KEBAB FOR BREAKFAST *_*

    *Kenna Style*

  2. Insomma, sarai in tinta col blog.

    (Minchia, un mangiamorte con la cresta!)

  3. Ma buahuahauahauhaua x°°DDDDDDDD. Ok, lo so che non è bello ridere delle disgrazie altrui ma… ma… niente ù__ù lasciamo perdere ù__ù

    Piuttosto, grazie di essere passato e sì, sono d’accordo con te, l’uomo fa schifo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: