ritratto di un secchione allo sbaraglio, atto IV

vabbè, il fatto è questo: le ricerche di francese mi hanno sempre tenuto impegnato diverse ore.
Il che, con due mesi di preavviso, sarebbe del tutto normale.
anche tenendo conto che me medesimo è quello che vuole fare il figo con la presentazione tramite sito web – dai, powerpoint è proprio per barboncelli.

solo che me medesimo si mette a fare la ricerca alle ore 18.34.
del giorno prima.

altresì me medesimo ha una stampante neohippie, che ha ripudiato il nero dandosi alla genesi di loschi documenti che potrebbero anche essere usciti da un gay pride.
un tripudio di colori che convergono in qualche riga – tanti colori.

e me medesimo è anche un insopportabile precisista, perfezionista, rompicoglioni a ufo: insomma, con tutta la briosità del mondo – sette ore per un sito del cazzo
sono un pochino eccessive.

vabbè, il fatto è questo: però le conseguenze annesse sono sull’orlo del commovente.
sì, insomma, fattostà che sono andato a letto alle sei e mezza.
ho dormito un’ora.

la scuola non è stata molto di aiuto: discorsi ai limiti del porno sul reagente a che penetra gli enzimi – a patto che non l’abbia già fatto il reagente d, ovviamente

in seguito disquisizioni filosofiche sul baratto, tra cui se tu mi dai le scarpe io ti do una patata – e connessa spiegazione di come questo ragionamento non funzioni per le scarpe di dolce & gabbana.
dopo la piega splatter – "ma una pecora non si può dividere in due ed essere ancora viva!" – ho deciso che era tempo di fare altro. Il disegno che ne è venuto fuori era accompagnato dalla scritta non aprite quella pecora.

religione è stata tutt’altro che consolante – solito filmetto deprimente, tal babel per inciso: trattasi di bimbo affamato di sesso che si spara una pugnetta guardando le capre pascolare – ma anche giapponesima sordomuta che per usare al meglio il linguaggio del corpo, si leva le mutandine e apre le gambe in faccia a uno in un bar. che poteva anche essere quello di shining, comunque.
tra l’altro, il toccante cameo di una gallina decapitata.

sì, insomma – tornato a casa ho deciso di fare un riposino.
che è perdurato dalle 14 alle 19, però.

zzz.

Annunci

6 commenti to “ritratto di un secchione allo sbaraglio, atto IV”

  1. ti prego futuro sposo posta non aprite quella pecora!

  2. beh, pensa che l’altro ieri non mi sono addormentato prima dell’una e mezza. così, senza alcun motivo. ero nel letto e non riuscivo a prender sonno, mille pensieri mi tornavano in mente, con frustazioni connesse. che pazzie!

  3. dovrebbe essere così per tutti, ma purtroppo c’è molta gente ignorante. ripassa quando vuoi, notte.

  4. Mai fatta una nottata per il liceo, ed io ero una bella secchiona ;-)) però non mi facevano vedere pornosoft sugli animali, nè si scambiavano scarpe per patate (con molte donne funzionaebbe, soprattutto se le scarpe sono di Dolce e Gabbana).

    Mi ha fatto quasi venir voglia di tornare indietro…

  5. uh, pensa un pò…ho appena scoperto che anche la mia stampante ha passato un periodo neohippie…solo che era occasionale, si riservava certe eccentricità solo quando dovevo stampare relazioni di 70 pagine di letteratura greca alle 5 del mattino dopo 15-16 ore che ci lavoravo. Colpa della stampante eh, non del last minute, sia chiaro!

  6. odradek, appena lo scanner risorge dalle sue ceneri provvederò.

    miserabledream, io sto talmente tanto sveglio che quando vado a letto mi addormento all’istante.
    C’è tanta gente che non vuole capire, purtroppo.

    lemar, il fatto è che le cose che faccio di notte dovrei farle di giorno… in teoria!

    laie, a me ha riservato un trattamento speciale quando dovevo stampare le ricerche d’esame di terza media. Ovviamente era il mattino stesso in cui avevo gli esami 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: