a volte ritornano – ma speriamo non troppo spesso

è inutile che mi guardate così, bellezze – lo so che sono in ritardo coi pagamenti.

lo so che non ho postato per un mese.

lo so che siete lì ad aspettare il mio verbo, con la bocca aperta, la bavetta che vi scende dalle labbravi vedo.

ma ho avuto da fare – ero in liechtensteinavevo freddo – mi hanno rapito dei sicari svizzeri mi è morto il gatto.

ma già da un po’, eh.

comunque, come disse una volta stephen king, a volte ritornano.

è tornata britney spears, più bella che mai, vendendosi così – come non si era mai venduta prima.
o quasi.

bikini nero, sensualità da dugongo, sulle note di gimme more.
vabbè, ma a sto punto anche uno strip club

che poi mi è anche dispiaciuto vederla ridotta così, dai – ballare così lo fa anche maryl streep – e vorrei far notare la cara rihanna che se la ride fin dall’inizio.

lei, sempre così fine, così casta e pura – che non si esibirebbe mai vestita sadomaso e firmata d&g. mai.

ma torniamo alla nostra britney.
guardatela, insomma, sembra più ubriaca di amy winehouse.

che poi, vogliamo parlare di amy winehouse?
parliamo di amy winehouse.
anzi, lasciamo che sia lei a parlare.

discorso toccante, ah – forse poteva migliorare la dizione.
a proposito, per chi fosse interessatato, qui le istruzioni per avere i suoi capelli.

che poi ci sono le spice girls, tipo – che a me peraltro sembrano tanto le casalinghe disperate.
con posh che ovviamente fa la parte della vicina puttana – perchè lei c’ha il marito superdotato, lei.

no, ma citiamola:

«
ce l’ha grosso, davvero.
si vede nella pubblicità: e’ tutto suo.
e’ come
un tubo di scappamento di un trattore. »


 
e vabbè, sono tornati i take that, i backstreet boys, vanessa paradistutta gente di un certo livello.

però, tipo, che è morto pavarotti non se l’è cagato nessuno.
più che altro era la questione del testamento che faceva più audience.

e adesso toh! di punto in bianco inizia un nuovo anno.
e praticamente me ne sono accorto adesso.

buoni propositi per il 2008:
fare i compiti, almeno qualcuno
disintossicarsi dalle vigorsol
finire di leggere harry potter
sopravvivere a stasera.
la pace nel mondo

e poi vabbè, tanto lo sanno tutti che i buoni propositi non se li fila nessuno.
tantomeno io.

tante care cose allora – e ubriacatevi un po’ anche per me.

« and a happy new year
let’s hope it’s a good one
without any fear
»

( ma anche con qualche come back in meno. )

Annunci

5 commenti to “a volte ritornano – ma speriamo non troppo spesso”

  1. caro, sto per andare alla Festa (notare la maiuscola messa mica a caso ,eh) e sono piuttosto disperata.
    Spero (con l’aiuto di una buona quantità di alcol) di riuscire a sopravvivere.
    Buon anno (e con un inizio del genere non potrebbe essere altrimenti)

  2. Evviva ce l’hai fatta a tornare!!!!!!
    Comunque Happy new year

  3. Amy è una burina (cit.)

    Buon Anno Nepoh!

  4. lasciate (quasi) ogni speranza o voi ch’entrate[..] perchè poi il web è un mondo a parte. magari toh, becchi qualche pedofilo qua e là, magari uno – e che poi magari uno accetta e si ritrova a fagocitare con brio il suo pisello. però insomma, è un luogo dove non p [..]

  5. E, se proprio vogliamo mettercene un’altra, la Paris Hilton è stata diseredata dal nonnino, scandalizzato per il suo comportamento ultimamente.

    Ah, poveri noi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: